Castagne e topinambur

INVOLTINO DI CASTAGNE

CON SFORMATINO

DI TOPINAMBUR ALL’AGLIO

2.jpg

Mamma mia che titolone lunghissimo! Quasi quasi non mi ci stava su un’intera riga!

Visto che il mio papà mi ha regalato un bel sacco di castagne (non dimentichiamo che ho anche due nipotini che adorano andarne alla ricerca, camminando per ore e ore nei boschi colorati, un pò umidi e profumosi d’autunno, quindi proprio proprio, in questo periodo, non mi mancano affatto), potevo forse esimermi dal cucinarle in tutte le salse? Anche perché Fausto non ama questo “frutto”, per lo meno, non così, nudo e cotto. Quindi mi sono ingegnata per trovare la ricetta giusta che gradisse anche lui (nonostante la forte presenza di castagne). E questa è stata approvata! – Magda

 

 

Ingredienti

Per gli involtini

  • 300 gr di scaloppe di vitello (4 fettine)
  • 300 gr di castagne cotte (lessate in acqua con qualche rametto di timo)
  • 100 gr di pancetta a fette non troppo sottili
  • 2 scalogni
  • Qualche rametto di timo fresco
  • 2 dl di panna fresca
  • Vino bianco
  • 1 mestolino di brodo
  • Burro
  • Olio extravergine
  • Sale
  • Pepe

 

Per gli sformatini

  • 250 gr di topinambur
  • 1 uovo
  • 10 gr di parmigiano grattuggiato
  • 10 gr farina
  • 1 bicchiere di latte intero
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 filetto d’acciuga sott’olio
  • Sale
  • Pepe

 1.jpg

 

Prepariamo gli sformatini

Sbucciare e tagliare a fette il topinambur. Cuocere a vapore per 20 minuti. Lasciare intiepidire. Versateli poi nel mixer con l’uovo intero, il parmigiano, la farina, una presa di sale fino e una macinata di pepe, un cucchiaio di latte. Frullate il tutto per ottenere un composto cremoso e omogeneo. Foderate con fogli d’alluminio o carta forno, due stampini e versate la crema. Riponete gli stampini in una teglia/contenitore da infornare, nel quale avrete versato due dita d’acqua. Infornate a 180° in ventilato, per 40 minuti.

Intanto puliamo a tagliamo a fette l’aglio e facciamolo cuocere nel restante late per 10 minuti. Al termine, aggiungere il filetto d’acciuga sminuzzato e lasciate riposare. Se la slasa è troppo liquida, aggiungere un cucchiaino di fecola di patate e se serve frullate un secondo con un frullatore ad immersione.

A cottura ultimata, sfornate i flan e nappateli con la salsa all’aglio, guarnendo poi con un ciuffetto di timo.

 

Prepariamo gli involtini

Appassire uno scalogno tagliato a fettine, in padella, con del burro. Aggiungere 250 gr di castagne cotte e aromatizzate al timo, salare e pepare, lasciando insaporire il tutto. Togliete quindi dal fuoco e schiacciare bene fino ad ottenere una sorta di ripieno che spalmerete all’interno degli involtini.

Battete le fettine di carne per renderle più sottili e un pò più larghe. Coprite l’interno della fettina con una fetta di pancetta e un cucchiaio di ripieni di castagne. Chiudere con uno stuzzichino, dopo aver avvolto con un altra fetta di pancetta no troppo sottile. Ripetete l’operazione per tutte le fette di carne.

Fate cuocere gli involtini in padella con un filo d’olio e una noce di burro. Alla prima rosolata, bagnare con del vino bianco e, successivamente, dopo che questo sarà evaporato, aggiungere un mestolo di brodo e lasciare cuocere con coperchio.

Castagne e topinamburultima modifica: 2010-11-08T07:00:00+00:00da fuori_dizucca
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento