Non solo con senape e wurstel

SFORMATINODI CAVOLO-CAPPUCCIO

DSC04661 - Copia.JPG

A casa di mio marito ho sempre mangiato molto volentieri il cavolo cappuccio..: cotto, crudo…, ma l’ho sempre trovato pronto…e prevalentemente in insalata o infilato in un bel panino con senape e wurstel (come da migliore tradizione altoatesina)…Questi sformatini sono stati una sorpresa! finalmente un nuovo modo di cucinare il cavolo cappuccio!…Vi posto velocemente la ricetta e poi scappo: la treccia dlce impastata due ore fa deve essere lievitata al punto giusto 😉 ! Magda 

Ingredienti:

400g di cavolo verza già pulito
200g di panna da cucina
30g di burro
3 uova

1 cipolla
1 bicchiere di brodo vegetale
1/2 bicchiere di latte intero
Pepe bianco
Basilico, alloro e prezzemolo
Sale

 

In una casseruola fare stufare la cipolla tritata con il burro, la verza tagliata a listarelle sottili, il brodo e le foglie di alloro.
Una volta cotta, frullare la verza con qualche foglia di basilico, una manciata di prezzemolo, la panna, le uova e il pepe.
Imburrare degli stampini d’alluminio e riempirli per 3/4 con il composto. Informare a bagno maria, per 30 minuti, in forno preriscaldato a 170°.

Non solo con senape e wurstelultima modifica: 2011-05-14T07:00:00+00:00da fuori_dizucca
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento